Eventi

 
presentazione
 
IX Edizione Premio Artistico - Letterario Internazionale
"Antonio Proviero - Città di Trenta 2016"
 
 
 
 
 

 

 

Contatti

Contatti

RSS di Ultima Ora - ANSA.it

Punti di interesse

  • Trenta Centro

Comune della provincia di Cosenza (ab. 2762), costituito da Trenta (260) e dalle frazioni di:  Magli (496), Cribari (258), Feruci (420) Morelli (821), Catena (338) e Schiavonea (169);
Il territorio — kmq. 4,65 — confina con quelli dei Comuni di Casole Bruzio, Cosenza e Rovito  alle pendici silane  nell’alta valle  del Crati.  L’abitato è in pendio tra le vallette dei torrenti Cardone e Caricchio.  E’ a 594 metri di altezza sul livello del mare;  a 10 chilometri da Cosenza,  cui è collegata per una strada provinciale.Fondato, o ripopolato da abitanti di Cosenza al tempo dell’occupazione saracena della città,  nel tardo novecento. Casale di Spezzano Piccolo. I francesi, per la legge 19 gennaio 1807, lo rendevano autonomo dichiarandolo Luogo, ossia Università, nel cosiddetto Governo di Spezzano Grande. Pel riordino disposto per decreto 4 maggio 1811, istituito dei Comuni e dei Circondari, lo declassava a frazione di Verticilli. Nel nuovo assetto dato dal  Borbone per legge 1 maggio 1816, sempre come frazione, veniva trasferito nel Comune di Magli.  Diveniva autonomo per effetto del decreto 25 gennaio 1820, che gli assegnava quali frazioni Magli, Cribari e Feruci. L’economia è a base agricola. Produzioni preminenti di olive, uve, fichi. L’artigianato è presente con piccoli impianti  per la vinificazione. Buoni i fichi essiccati al sole . L’emigrazione è volta verso i paesi dell’Europa Occidentale e le città industriali del Nord Italia.  In passato vi si allevava il baco da seta.

Alla fine del settecento gli abitanti erano 395; 1311 nel 1825; 1.551 nel 1849;
1176 nel 1861; 1.270 nel 1871; 1.314 nel 1881; 1.574 nel 1901; 1.664 nel 1911;
1675 nel 1921; 1.767 nel 1931; 1.903 nel1936; 2.248 nel 1951.
Nelle competizioni politiche succedutesi 2-VI-1946 ha espresso queste preferenze: Referendum: Monarchia 382 - Repubblica 555 - non val. 51

 Assemblea costituente:  Elettori 1.105 Votanti 988:

Pci 336 - Psiup, 30 - Pc Int, 23 - P d’Az,12- P Lab It, 4 - Pri, 22 - Dc, 396 - Udn, 21 - Uq, 17 - Bnl, 20 - Mui, 7 - Cpr 9 - non val. 91.

Al Risorgimento partecipò Luigi Falcone.
È in Diocesi di Cosenza. La Parrocchia è intitolata a Santa Maria Assunta. La patrona, Madonna della Schiavonea, viene festeggiata nella terza domenica di settembre. Vi è stata una Confraternita laicale intitolata alla Madonna delle Grazie.
Stazione ferroviaria a Casale-Trenta.
Gli abitanti son detti trentesi.

 

  • Cribari

Frazione (ab. 258) del Comune di Trenta (Cs). Detta anche Cribaro, è stata in passato Casale di Spezzano Piccolo.
I francesi, per legge 19-1-1807, ne facevano un Luogo, ossia Università, nel cosideto Governo di Spezzano Grande. Col successivo riordino disposto per decreto 4-V-1811, istitutivo dei Comuni e dei Circondari, veniva considerato villaggio, cioè frazione, del Comune di Verticilli, sempre nel Circondano di Spezzano Grande. Con l’assetto dato dal Borbone per legge 1-V- 1816, restando nella stessa giurisdizione, veniva attribuito nella medesima qualità al Comune di Magli. Per decreto 25-1-1820, che sopprimeva l’autonomia del Comune di Magli, creando in sua vece quelli nuovi di Casole e di Trenta, Cribari diveniva villaggio di Trenta,
E’ in Diocesi di Cosenza. La Parrocchia è intitolata a S. Nicola di Bari.

 

  • Feruci

Frazione  di Trenta (Cs) (ab.420).
Scritto talvolta Ferrucci, Feroci, Feruci, ed anche Ferucà. Casale della Bagliva di Spezzano Piccolo,Per decreto 23 gennaio 1820 veniva aggregato quale villaggio, ossia frazione, al Comune allora costituito di Trenta.
Alla fine del secolo XVIII contava 250 abitanti.
La Parrocchia è intitolata a S. Pietro Apostolo.
Vi nacque Francesco Perris, umanista (1762-1842).

 

  • Magli

Frazione (ab. 496) del Comune di Trenta (Cs). Detto anche Maglie. Casale di Cosenza, poi compreso nella Bagliva di Spezzano Piccolo.
L’ordinamento amministrativo disposto dai francesi per legge 19 gennaio 1807 ne faceva un Luogo, ossia un’Università nel cosiddetto Governo di Spezzano Grande. Il successivo riordino, decreto 4 maggio 1811, istitutivo di Comuni e Circondari, lo retrocedeva a frazione di Verticilli, mantenendolo nella giurisdizione di Spezzano Grande. Il Borbone, per legge 1° maggio 1816, dando una nuova sistemazione alla Calabria mediante l’istituzione delle due provincie di Catanzaro, in sostituzione di Monteleone, e di Reggio, elevava Magli a Comune comprendente le frazioni di Scalzati, Cribari, Trenta, Feruci, Verticilli, Casole. Per decreto 2 gennaio 1820 cessava essere Comune, ed in suo luogo venivano elevati Casole, con i villaggi, o frazioni di Scalzati e Verticilli; Trenta con Magli, Cribari e Fenici.

Comune di Trenta

Corso Umberto 59 - 87050 Trenta (CS)

Tel 0984432003 – Fax 0984438049

http:\\www.comune.trenta.gov.it

PEC:segreteria.trenta@asmepec.it

P.IVA 00412120784

 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.194 secondi
Powered by Asmenet Calabria